Rassegna stampa

Castelpoggio TV

Redazione

  • Sede: Via Vasco Venturelli, Castelpoggio
    Resp. Emiliano Giannarelli nato a Carrara il 24/11/1975
    Sede Europea: Anversa (Belgio)
    Resp. Lut Verrelst nata a Duffel il 29/06/1954
La mia foto

Info Normativa

  • Il presente Blog non costituisce testata giornalistica, non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità del materiale.

Associazioni

« Freddo e caldo | Principale | Parrocchia settimana XXXII »

09 novembre 2007

Commenti

Feed Puoi seguire questa conversazione iscrivendoti al feed dei commenti a questo post.

Siamo sempre con il filo e i 2 bicchieri di carta.

Angela Ricci

la storia "dell'ultimo miglio" per cui Telecom non porta l'ADSL nelle frazioni più lontane è dovuta nella maggior parte dei casi a motivi economici nella bilancia costi-ricavi ,questa è ormai cosa nota e uguale per molte realtà italiane.
Sul motivo, poco senso ha, ricercarne colpe e colpevoli, perchè è insito in un'azienda privata rinocorrere ricavi e non perdite! Anche se probabilmente si potrebbe discutere sull'eventuale costo e motivazione per cui "l'ultimo miglio" non viene mai garantito, etc. etc....
Quello che però a noi sta a cuore è capire, o meglio proporre,una soluzione economica, a bassissimo impatto ambientale (quasi nullo)e per altro al passo con i tempi della banda larga e non solo dell'ADSL.
La soluzione è presto detta:WI-FI!
Questa è una soluzione ad hoc per situazioni come Castelpoggio perchè? Perchè in sostanza si tratta di trasmettere la connessione internet attraverso onde "radio" per mezzo di piccolissimi ripetitori (a un'intensità notevolmente inferiore ad uno qualsiasi di telefonia mobile) da installare in posizioni strategiche e che in sostanza fungono da ripetitori telefonici ovvero, per ricevere il segnale e quindi Internet (ad una buona velocità) occorre un router che ha un costo contenuto e addirittura alcuni pc portatili sono in grado di autoconnettersi .
Costi: per un'azienda fornitrice i costi sono bassissimi per la costruzione dell'impianto al pari del vantaggio che ha l'utente nel ricevere un servizio ad un prezzo contenuto, tanto più che nell'era del Voip il WI-FI lo supporta pienamente (per intenderci in teoria l'utente può navigare e telefonare con il solo utilizzo del Wi-Fi).
Ovvio che queste sono spiegazioni molto basilari ma sufficienti per capire come questa tecnologia possa veramente risolvere questo problema.
In altre realtà comunali è il comune stesso ad indire bandi per la realizzazione di queste reti, il motivo è semplice:il comune non ha nessun costo ma nello stesso tempo è veicolo d'introduzione del WI-FI. Un esempio è la città di Vico Pisano che ha attivato un sito www.viconet.it ( non spaventatevi dei costi perchè diciamo sono molto abbattibili, rispetto a quelli del comune pisano) . Ma senza andare molto lontano, la stessa La Spezia è un esempio di sviluppo tecnologico ragionato. Questa volta però, protagonista non è tanto il comune ma un'azienda privata la quale, in tempi veramente rapidi ha esteso la copertura WI-FI a tutta la provincia!! Per informazioni: http://www.ariatelwireless.it/default.asp
Ecco! Questa è sviluppo tecnologico...

Angela Ricci di salviamocarrara.com

Giannarelli Emiliano

Grazie della info. La situazione di Gragnana non la conosco ma so che anche a Colonnata la linea non è a 2 mega ma a 650Kb. In ogni caso hanno detto che si viaggia bene, io mi accontenterei...adesso si viaggi a 40 Kb/Lumaca.

Ale Maggiani

ti segnalo che a gragnana l adsl arriva , ma fregano sulla velocita..

I commenti per questa nota sono chiusi.

Ricerca nel blog